ginevra panorama

Un giorno a Ginevra e sul Lago Lemano, in Svizzera

Questa strana estate 2020 ci ha obbligato a cancellare all’ultimo momento i nostri programmi di viaggio e a decidere di prendere l’auto e partire per un roadtrip improvvisato. E così ci siamo trovati a fermarci per la prima tappa in Svizzera, a Ginevra e sull’estremità occidentale del Lago Lemano: il nostro primo approccio con la Svizzera.

Ginevra

Ginevra è una città ariosa e verde, molto vivibile e a misura d’uomo per quel che abbiamo visto. Si trova sulla punta occidentale del Lago Lemano, che abbraccia su tre lati, proprio alla confluenza del fiume Arve nel Rodano. Il lago è grande protagonista della città, con aree di spiaggia pubblica e lunghe passeggiate ventilate da cui osservare barche a vela e pedalò. Le cose da vedere non sono moltissime e nell’arco di una mezza giornata di può esplorare gran parte della città senza correre; se invece avete intenzione di visitare il CERN (che purtroppo era chiuso a causa del Covid19) mettete in conto più tempo.

Jet d’eau

Chissà se gli emiratini sanno che qui a Ginevra c’è questa fontana con un getto d’acqua così alto da essere visto pure a diecimila metri di quota? Ce lo siamo chiesti non appena messo piede in città (se ve lo chiedete anche voi, arrivate alla fine dell’articolo per conoscere la risposta). Curiosità a parte, il Jet d’Eau di Ginevra è una famosa fontana che preleva l’acqua del lago e la spara in alto ad un altezza di oltre 140 metri ad una velocità di 200 km/h! Ci si può arrivare proprio sotto e sembra un po’ come trovarsi ai piedi di una cascata che nebulizza vapore. Tra le goccioline il sole disegna arcobaleni che si spostano con il mutare della brezza, sembra di tornare bambini con i capelli che si inzuppano; d’estate poi è un tale piacere quella pioggerellina fine fine addosso che rinfresca.

jet d'eau

Cattedrale di San Pietro di Ginevra

La Cattedrale di Ginevra a prima vista può ricordare un antico tempio con la sua facciata in stile neoclassico. Pugno nell’occhio a parte (a nostro parere la facciata della cattedrale si armonizza poco con il resto della città vecchia), la cattedrale al suo interno ha volte alte e vetrate policrome. Camminando nelle navate vi troverete ad un certo punto di fronte alla sedia dove Calvino leggeva e suoi sermoni. Ad un prezzo un pochino esoso (poco meno di 7 euro a testa), si può salire sulle Torri della Cattedrale e godere di un bel panorama su Ginevra (che, per quanto bello, secondo noi non vale la spesa). Infine, al di sotto della Cattedrale si può visitare un sito archeologico romano.

La Città Vecchia

Una bella passeggiata guidati esclusivamente dal caso per le vie della città vecchia di Ginevra è uno dei must della città. Curiosare nei negozietti e gironzolare tra vicoli e piazzette alberate è sicuramente rilassante e stimola l’appetito. Noi ci siamo fermati in un locale chiamato “Le M” che ci ha attirato per i suoi graziosi tavoli all’aperto sotto gli alberi e per la clientela ginevrina. L’atmosfera si è confermata decisamente piacevole e il cibo buono (anche se con scelta quasi obbligata per i vegetariani).

Conservatoire et Jardin botaniques

Beccati: ci piacciono i giardini botanici e ogni volta che possiamo andiamo a vederli. Quelli di Ginevra sono gratuiti ed ospitano anche un paio di serre in vetro e acciaio al cui interno sono ricreati ambienti tropicali e semidesertici. All’esterno vi è anche un piccolo giardino giapponese, che ci ha fatto tornare alla mentre gli splendidi giardini di Kanazawa. Una raccomandazione: lasciate perdere il piccolo zoo all’interno del giardino botanico: gli animali è bello vederli liberi nel loro habitat e non rinchiusi nei recinti.

Altre cose da vedere a Ginevra

Il CERN si trova a Ginevra e a noi è dispiaciuto tantissimo di non poterlo visitare per via del maledetto COVID19. Altra cosa che non abbiamo fatto perché non ci interessava, ma che a molti è piaciuta è andare sul Ponte della Jonction per vedere le limacciose acque del fiume Arve gettarsi nell’azzurro flusso del Rodano. Altra attrazione (ammesso che così si possa chiamare) che pare spopolare a Ginevra è l’Orologio Fiorito, un orologio creato in un aiuola il cui “quadrante” è costituito da fiori o, nel nostro caso, piante succulente e cactacee; come avrete capito, non ci ha entusiasmato molto, sembra qualcosa che potrebbe trovarsi molto più probabilmente a Disneyland… Comunque, a posteriori, abbiamo poi scoperto che i motivi floreali dell’orologio variano periodicamente, quindi +1 punto per l’impegno, dai.

orologio fiorito ginevra

Cosa vedere nei dintorni di Ginevra

Dopo la tappa a Ginevra, siamo risaliti in macchina in direzione della tappa successiva, Losanna. Lungo la strada ci siamo fermati nella cittadina di Coppet: qui, oltre passeggiare nel piccolo borgo tappezzato di bandiere blu e bianche o scendere al lago per bagnarsi i piedi, è possibile visitare il castello dove la famigerata Madame de Staël diede vita ad un movimentato salotto culturale e letterario cui parteciparono molti “big” dell’epoca, Lord Byron compreso. Un secondo stop lo abbiamo fatto a Nyon dove avevamo intenzione di visitare le cantine del castello… ma abbiamo concluso con un nulla di fatto (a causa del solito dannato virus); dal cortile interno del castello la vista sul borgo, sul lago e sulle montagne, tuttavia, è splendida.

Post Scriptum: Lo sanno gli Emiratini che a Ginevra c’è una fontana così alta?

Il sottotitolo potrebbe essere: “Ma non sono invidiosi”? Le riposte sono, rispettivamente, sì lo sanno e sì sono invidiosi ma non del Jet d’Eau. A Dubai, si sa, amano fare i “grandeur” e infatti alcuni dei getti della fontana del Burj Khalifa supera di qualche manciata di centimetri la concorrente ginevrina. Ma c’è chi “piscia più in… alto”! In Arabia Saudita la fontana di Jeddah spara quasi in orbita 625 litri d’acqua al secondo, raggiungendo la vertiginosa altezza di 312 metri e i 375 km/h! all’ora, sale fino a 312 metri con un peso stimato di circa 18 tonnellate d’acqua in aria. Sboroni 2.0.


Il video di Ginevra e dintorni dal nostro canale YouTube


L’articolo ti è piaciuto? Pinnalo!

cosa vedere a ginevra e dintorni

2 commenti su “Un giorno a Ginevra e sul Lago Lemano, in Svizzera

  1. Sono stata a Ginevra secoli fa con i miei, poi sono tornata da quelle parti un paio di ann fa proprio per visitare il CERN. E’ stata una visita emoziante, anche se purtroppo lo scienziato che ci ha fatto da guida dava per scontato praticamente tutto – o forse è colpa mia perché durante le lezioni di fisica non mi sono impegnata abbastanza 😉 Comunque è una zona che mi è piaciuta parecchio e non escludo di tornare proprio per vedere di nuovo Ginevra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: