Presepe storico di Cavallermaggiore

Tempo di lettura 3 minuti

Pronti a tornare bambini? Oggi abbiamo visitato il Presepe Storico Meccanico di Cavallermaggiore, un piccolo paese piemontese dove da 43 anni viene allestito un Presepe molto speciale. Speciale per due motivi…

E’ il presepe dell’infanzia (la mia)

Il primo motivo per cui questo presepe ci è caro è un motivo sentimentale. Andavo a visitare questo presepe fin da bambina, quando, dopo il pranzo di Natale con i parenti a casa nostra, si andava tutti insieme nel pomeriggio a vedere il presepe. Noi bambini ne uscivamo strabiliati, come solo un bambino può esserlo. Crescendo si sono perse altre tradizioni magari ma non questa. E da quattordici anni a questa parte, Leo è entrato a far parte del rito di visitare insieme ogni anno il presepe, cercando le statuine preferite e indovinando le aggiunte.

E’ un presepe “immersivo”

Una particolarità unica di questo presepe è che vi si può camminare all’interno. Letteralmente. Il percorso di visita si snoda all’interno della ricostruzione, che avvolge il visitatore da ogni lato, anche dall’alto e dal basso visto con scorci inattesi.

Il presepe in numeri

Il presepe storico meccanizzato di Cavallermaggiore vanta statuine risalenti al Settecento: il gruppo della natività è scolpito in legno e i cammelli hanno addirittura gli occhi di vetro, una caratteristica rara e pregiata per l’epoca. Le statuine hanno oltre 100 movimenti meccanizzati, cosa che rende il presepe un vero e proprio villaggio in movimento.
L’esposizione si estende per circa 300 mq ed ha una struttura prospettica in cui la profondità viene esaltata dalle luci e dalla costruzione del paesaggio. Una ulteriore particolarità è che ogni anno il presepe viene completamente riallestito da zero: per noi è sempre un piacere cercare le nostre statuine preferite (l’uomo con il girarrosto, la nonna che gira il burro, l’asino che fa girare la macina, il pescatore con la sua rete, …).
Dell’allestimento del presepe si occupano una decina di persone; l’allestimento quest’anno ha richiesto in tutto circa 5 mesi ed è curato nei minimi dettagli: pensate che, per accrescere il realismo, si sono fatti addirittura arrivare la sabbia del deserto! 
Ogni anno i visitatori di questo presepe sono migliaia; tre anni fa sono stati superati i ventimila ingressi, pensate!

Speriamo con questo breve post di avervi fatto conoscere un luogo che ci è caro:  ci piacerebbe che tutti lo visitassero per l’atmosfera gioiosa che vi regna, la dedizione e la passione di chi lo cura e anche per tornare un po’ bambini mentre si osserva un telaio scorrere o un fabbro battere il ferro.

Qui il video dal nostro canale You Tube – Enjoy!

:::Info Utili:::

Cavallermaggiore si trova in provincia di Cuneo, a circa 50 km da Torino. Si può raggiungere comodamente in autostrada tramite la A6 Torino-Savona, con uscita Marene. L’ingresso al presepe è gratuito, con la possibilità di lasciare un’offerta all’uscita per finanziare i futuri allestimenti.

24 Responses

  1. Posso capire perché questi momenti siano così speciali, rivivere un luogo dove si andava sempre da bambini è bellissimo! E io adoro i presepi. Dalle mie parti in Trentino sono delle vere e proprie opere d’arte ma uno grande come questo non l’ho mai visto!

  2. Bellissimo questo presepe! Io adoro queste rappresentazioni, e sono sicura che mi piacerebbe molto vederlo di persona! Anche nella mia città, che è Bologna, ci sono vari presepi stupendi, anche se non grandi come questo!

  3. 300mq di presepe??!! Incredibile, deve essere veramente bello!
    Ancora di più lo è che ogni anno lo allestiscono in modo completamente diverso … e quindi ogni volta che lo si va a vedere, è sempre nuovo e diverso!
    Da bambina adoravo il presepe che faceva mio nonno … con grotte di cartapesta, piccole cascate, acqua vera .. profumo di castagne. Restavo per ore ad ammirarlo! Sono tanti anni, purtroppo … che non posso più farlo, ma ne porto il ricordo per sempre con me

  4. ma che bello! non avevo mai sentito parlare di presepi immersivi! io poi adoro l’atmosfera del Natale e, anche se non sono religiosa, adoro il presepe. Mi sa proprio che dovrò fare un salto da queste parti per andare a vederlo!

  5. I presepi sono bellissimi, purtroppo si è un po’ persa questa tradizione per far posto all’albero ma a noi piacciono sempre e non perdiamo occasione per visitarli!

    1. Per noi il presepe è da sempre un momento imprescindibile del Natale: lo facciamo raccogliendo tronchi e rami in giardino per renderlo realistico il più possibile. Hai ragione però nel dire che forse oggigiorno si dà più importanza all’albero: fortunatamente restano alcune associazioni che portano avanti l’arte e la tradizione del presepe

  6. Mi piace molto andare a scoprire presepi particolare (anche io ho ricordi di infanzia legati a qualche bel presepe in Italia). Non sono mai stata in Piemonte, quindi non ho mai visitato questo presepe, ma me lo segno perché sembra davvero interessante!

  7. Il Presepe in sé è bellissimo. avvolge completamente e affascina solo a guardare le foto. Per te deve essere stato ancora più emozionante perché è parte della tua infanzia, e trovo bellissimo che questa tradizione ancora più tua, continua tutt’ora!

  8. Bellissimo, il presepe di Cavallermaggiore! Ho amici e conoscenti che, ogni anno, non se lo fanno scappare e, anzi, ci tornano sempre! La possibilità di camminarvi “attraverso”, poi, lo rende un’esperienza davvero unica!

  9. Confesso che non sono mai stata un’amante dei presepi, ma mi è capitato di andare a visitare un museo molto recentemente e ora che ho capito come si “legge” e le sue particolarità sono entrata in fissa.
    Post interessante. Non siamo vicinissimi (io sono nella zona di Bergamo), ma non escludo di andarci un giorno per ammirare questo presepe.

  10. Ma wow, che meraviglia! Amo i presepi meccanizzati come questo. Speciale il fatto che sia immersivo… Se non fosse così lontano, quest’anno avrei fatto un giretto dalle vostre parti. E poi adoro la vostra tradizione familiare, uguale di anno in anno. Così Natale è ancora di più Natale

  11. Siamo appena tornati da Torino due giorni fa. Purtroppo non conoscevamo questo presepe altrimenti ci avremmo sicuramente fatto visita. Adoriamo i presepi, soprattutto quelli portati avanti con amore da anni !

  12. Ciao,
    bellissimi i presepi. Da bambina, quando mi portarono a vedere questo genere di presepi rimasi totalmente affascinata e non volevo più andarmene. Mi sembravano così veri che avrei voluto entrarci 😉

  13. Per me senza presepe non è Natale, non è festa! L’idea di realizzare un video racconto mi è piaciuta moltissimo. L’atmosfera del presepe è davvero avvolgente in più non sono mai stata in Piemonte…potrei cogliere l’occasione e organizzare per il prossimo anno! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top
Translate »