Portogallo Centrale: itinerario di un giorno

Il Portogallo Centrale si presta ad essere esplorato con un itinerario di un giorno, con partenza ed arrivo a Porto, che vi permetterà di scoprirne le città, il mare, la natura e la storia..

L’itinerario

Vi consigliamo di non ritardare troppo la partenza e di iniziare la giornata dirigendovi a Sud in autostrada, per arrivare a Coimbra al mattino, per evitare di trovare troppe comitive di turisti. Vi abbiamo già parlato di cosa vedere a Coimbra(imperdibile, letteralmente, la meravigliosa biblioteca!), quindi il racconto del nostro itinerario partirà di lì e prevederà di ritornare verso Nord seguendo strade provinciali o strade panoramiche che, tappa dopo tappa, vi riconduranno a Porto in serata.

Montemor-o-Velho

Questa è la chicca di questa escursione. Ci siamo capitati per così dire per caso, e forse questo ha dato ancora più valore alla nostra scoperta. In questa cittadina apparentemente anonima, sorge, o meglio sorgeva, un castello le cui rovine sono attualmente visitabili. In cima alla collina si trovano ancora i resti delle mura con alcune torrette. All’interno vi è un grande prato con fiori selvatici e una chiesa piuttosto spoglia. La bellezza del luogo, forse, sta nella pace che vi si respira, nella sensazione di essere seduti nel bel mezzo di un luogo fuori dal tempo. Seduti lì nell’erba potreste essere una dama che inganna il tempo leggendo un libro o voi stessi che annusate il vento che arriva dal mare.

Praia de Buarcos

Da Coimbra, si raggiunge il mare a Figueira da Foz, cittadina poco interessante dove sorge questa spiaggia che pare sia molto amata dai portoghesi. Il bagnasciuga è ampio e, ad inizio maggio, deserto; quando ci siamo stati noi, l’oceano Atlantico era mansueto e freddino (ergo niente bagno…). Non è però una spiaggia particolarmente panoramica, quindi, se non siete incalliti amanti delle spiagge oppure non sia piena estate e abbiate voglia di un bagno rinfrescante, non merita la sosta. Per la cronaca: pare che questa spiaggia sia ideale per il windsurf, perché protetta dai forti venti del nord.

Serra da Boa Viagem

Questo promontorio affastellato di acacie, pini ed eucalipti offre uno spettacolo paesaggistico molto d’impatto, soprattutto perché si trova a breve distanza dal mare. A noi è sembrato per un attimo di essere teletrasportati in Costa Rica tanto rigogliosa è questa foresta! Noi l’abbiamo solo attraversata in auto, ma chi ha tempo può dedicarsi a trekking o escursioni in mountain bike.

Costa Nova do Prado

Questa lembo di spiaggia allungata disposta su un baffo di costa ad ovest di Aveiro merita di essere vista per le stravaganti palheiros, piccole casette in riva alla spiaggia dipinte a righe colorate. Quando ci siamo stati noi c’era un vento che ci portava via e poche persone, un’atmosfera da stabilimento balneare dismesso, incredibilmente romantico. Le case, in legno e colorate di colori stravaganti, erano in realtà capanni costruiti dai pescatori per riparare la loro attrezzatura. La spiaggia di Costa Nova ha due anime: quella movimentata esterna è l’ideale per i surfisti, mentre quella più quieta verso Aveiro adatta a vela e windsurf.

Aveiro

Questa Venezia portoghese ad un primo sguardo potrebbe sembrare pittoresca. In realtà, soffermandosi per più di pochi istanti, ci si rende conto che assomiglia più ad una sorta di parodia di sé stessa. In questa città costruita su canali, le barche che a noi sembrano una brutta imitazione delle gondole, si chiamano in realtà moliceiros. Sono imbarcazioni colorate, movimentate a fune o a vela, che servivano per raccogliere e trasportare le alghe. Purtroppo la poesia di un mestiere antico e della tradizione si perde nello schiamazzare dei turisti stipati sulle barchette. Per noi, Aveiro non vale la sosta nonostante qualche scorcio pittoresco e le casette popolari in legno colorato che ricordano gli Anni Cinquanta.

Da Aveiro infine siamo rientrati a Porto. Il nostro itinerario, che ha compreso anche Coimbra, ha richiesto l’intera giornata; può essere una buona idea scegliere di fermarsi magari a Coimbra stessa per la notte per aver tempo di praticare qualche sport acquatico, di fare trekking o semplicemente per partecipare ai festeggiamenti in occasione della Queima da Fitas.

Qui trovate il video del nostro itinerario nella Regione Centro del Portogallo direttamente dal nostro canale YouTubeEnjoy!

:::Info pratiche:::

Guidare in Portogallo: se intendete percorrere l’autostrada, vi consigliamo di munirvi presso la compagnia di noleggio della Via Verde. È simile al nostro Telepass e permette di pagare il pedaggio autostradale con addebito direttamente sulla carta di credito (tenete presente che in alcuni varchi autostradali c’è solo il pagamento automatico).

L’articolo ti è piaciuto? Pinnalo!

30 commenti su “Portogallo Centrale: itinerario di un giorno

  1. Non sono mai stata in Portogallo ma mi straispirano le casette a righe e Aveiro. Pensa quest’ultima era una delle destinazioni che avevo inserito per fare l’Erasmus qualche anno fa. Alla fine mi hanno presa per Riga 🙂

  2. Più di tutto mi sono piaciute le casette con le righe orizzontali sono davvero carino e caratteristiche.
    Sono stato a Porto per una toccata e fuga quindi ho visitato solo la città

  3. Al momento sono stata solo a Lisbona ma il Portogallo è una terra che mi piacerebbe scoprire. Questi itinerario davvero molto interessante

  4. Il Portogallo mi piacerebbe tantissimo, trovo sia l’ideale per un on the road! Alcuni dei luoghi che avete nominato facevano parte dell’itinerario che hanno seguito i miei cognati, altre non le conoscevo, ma devono essere altrettanto meritevoli!

      1. Quando prima o poi riuscirò a tornare in Portogallo voglio proprio perdermi in itinerari tipo questo, per conoscere meglio e approfondire ciò che il territorio offre. La lettura di Viaggio in Portogallo di Saramago in effetti mi ha segnato!

  5. Questa zona del Portogallo mi manca. Ma sarà inclusa nell’itinerario del prossimo road trip nella nazione che adoriamo di più in assoluto. Credo che prima o poi ci trasferiremo sulle sue meravigliose coste!

  6. Troppo belle le casette di Costa Nova do Prado! Mi sembra una località da film anni ’50, molto romantica. Bello il vostro itinerario in Portogallo, lo sto seguendo io ci sono stata tanti anni fa e molte cose non le ho viste per mancanza di tempo

  7. Anche a me capita spesso di non programmare alcuni luoghi durante il tragitto, e di conseguenza scoprirne di fantastici. Molto interessante il vostro itinerario, avrò cura di rileggerlo quando verrà la volta del Portogallo anche per me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Translate »