Porto in un weekend

Tempo di lettura 7 minuti

Porto è una città accogliente, avvolgente, di grande atmosfera. Noi ci siamo stati a inizio maggio, in giorni dominati da un sole caldo ma non bruciante, durante i quali abbiamo assaporato questa città fino in fondo. Dalle chiese alle cantine, ecco tutto quello che c’è da vedere a Porto in un weekend.

Itinerario a Porto

Il nostro itinerario delle cose da vedere a Porto si concentra sui punti di maggior interesse da visitare. Non limitatevi però a seguire il percorso: una delle cose belle di Porto è perdersi nelle viuzze, scoprire un palazzo con delle azulejos mai viste prima o un angolo da cui si gode di uno splendido panorama sul fiume.

Igreja do Carmo e Igreja dos Carmelitas

Queste due chiese sono dei piccoli gioielli. A partire dall’esterno, interamente rivestito di azulejos. Per chi ancora non lo sapesse, gli azulejos sono delle piastrelle in ceramica smaltate e decorate, molto spesso bianche e blu, e tipiche dell’architettura portoghese e spagnola. Queste due chiese, curiosamente, sono separate da un piccolissimo edificio della larghezza di circa un metro, che serviva a dividere monaci da suore. L’interno di entrambe le chiese è a dir poco stucchevole: gli interni sono sontuosamente decorati e le nicchie raffiguranti i santi esprimono una carica emotiva davvero intensa. Queste due chiese, nel nostro lessico gudu, rappresentano un esempio del cosiddetto “pacchianesimo occidentale”: assolutamente imperdibili.

Igreja do Carmo e Igreja dos Carmelitas

Livraria Lello

Questa libreria storica deve la sua fama ad Harry Potter. Sì, perché all’interno della libreria, interamente rivestita in legno, vi è una bella scalinata a cui pare si sia ispirata JK Rowling per la descrizione della libreria di Diagon Alley. A causa di questo, purtroppo, già prima dell’apertura della libreria, vedrete formarsi una lunga coda in strada. Noi abbiamo deciso di non visitare la libreria, ma se siete appassionati forse voi avrete voglia di fare la coda per qualche minuto su una scalinata strapiena di turisti… Sarcasmo a parte, il periodo che la Rowling trascorse a Porto le fu di ispirazione non solo per la libreria: a Porto capita di vedere gli studenti andare in giro con la cappa (ed è incredibilmente bello e retrò). E pare proprio che a questo si sia ispirata l’autrice per le divise scolastiche dei maghi.

Livraria Lello, esterno

Igreja e Torre dos Clérigos

Si tratta di un edificio piuttosto anonimo da fuori, che all’interno racchiude un’ampia abside che è possibile vedere sia da terra sia dalle balconate che si affacciamo a mezza altezza lungo tutto il suo perimetro. Inoltre, la salita alla torre di Clérigos, con soli 250 scalini vi permetterà di guadagnare una piacevole vista panoramica sulla città.

Igreja dos Clérigos, interno

Stazione São Bento

L’atrio di questa stazione è un vero capolavoro: azulejos a 360° e a più altezze, tante da saziarvi. Battaglie, scene bucoliche, pannelli che raccontano la storia dei mezzi di trasporto e la storia portoghese. Si può restare ad ammirare le pareti senza mai stancarsi perché i dettagli di ogni azulejos (sono oltre ventimila) sono ipnotici per la loro delicatezza e perfezione.

Sé do Porto

La cattedrale di Porto domina la città da una posizione assolutamente invidiabile. Merita arrivarci anche solo per la vista. La cattedrale a noi è piaciuta per il chiostro decorato di azulejos su entrami i piani e per alcune delle stanze, anch’esse ricche di decori.

Palacio da Bolsa

Sulle prime sembra un edificio anonimo e verrebbe da chiedersi perché visitarlo. Ve lo diciamo, ma non subito perché la vera chicca arriva alla fine della visita. Il palazzo all’interno è interessante, riccamente decorato ed ammobiliato. Alcuni dei pezzi di arredamento in legno sono davvero splendidi. Ma, come dicevamo, il bello viene alla fine e si chiama Salão Árabe. Si tratta di una straordinaria Sala interamente arabescata in oro. Per rubare le parole di bocca alla guida: la “wow room”. Lo è davvero.

Igreja de São Francisco

Questa chiesa è il più alto esempio di pacchianesimo europeo a Porto. L’esterno un po’ anonimo cela al suo interno un altare interamente decorato in foglia d’oro: una maestria che lascia stupefatti! Il biglietto comprende anche la visita al cimitero catacombale, un luogo in equilibrio tra l’ordine e la semplicità delle tombe bianche e nere e il gusto un po’ macabro dei teschi e delle ossa impilate in teche di vetro.

Igreja se São Francisco, esterno

Cosa vedere a Porto al di fuori del nostro itinerario

Jardins do Palacio de Cristal

Andateci ma lasciate perdere il Palacio, che assomiglia più ad una tettarella con tanti oblò. I giardini attorno, invece, sono splendidi. E lo diciamo anche se ci siamo capitati con i lavori in corso (ovviamente non potevano mancare visto che eravamo in città!). Una delle cose più straordinarie è che nel parco scorrazzano liberamente molte specie di volatili, pavoni compresi. Noi siamo stati così fortunati da trovare un maschio che faceva bella mostra della sua coda colorata. Dalla collina dei giardini la vista abbraccia l’intera Porto e il fiume Douro.

Jardins do Palacio de Cristal

Monasteiro da Serra do Pilar

Ve lo citiamo più che altro per dirvi che non ne vale la pena. Dal Monastero si può osservare Porto da una prospettiva un po’ differente, ma al suo interno il monastero conserva poco o nulla. Il chiostro, un po’ decadente ma anche in parte romantico, è una piazzetta di piastrelle arse dal sole con qualche gambo d’erba qua e là. Nulla che meriti veramente.

Monasteiro da Serra do Pilar, chiostro

Le cantine di Villa Nova de Gaia

Ve ne parliamo in Porto da bere!

Foz do Douro

Qui è dove il Douro incontra il mare. La cittadina non offre molto, a parte qualche ristorante, ma la spiaggia scura fatta di rocce e poca sabbia è molto rilassante la sera verso il tramonto.

Tramonto a Foz do Douro

Qui il video di Porto direttamente dal nostro canale YouTube – Enjoy!


:::Info utili:::

Dormire

Noi abbiamo alloggiato in un bell’appartamento trovato su airbnb (cliccando sul link potete usufruire di uno sconto sulla vostra prossima prenotazione), situato nella zona Miragaia, comodissima al centro e alle attrazioni principali. L’appartamento era molto curato nei piccoli dettagli e pulito; l’host è stata molto disponibile (abbiamo tardato il check-in per via delle procedure per il noleggio auto e ci ha aspettato senza difficoltà). Lo trovate al nome Ribeira Typical Stay – River Views. Consigliato +++.

Mangiare

A Porto si mangia di sostanza e si mangia locale, quasi sempre. Baccalà e sardine sono il re e la regina della tavola, insieme all’onnipresente francesinha (una sorta di mega panino ripieno di ogni tipo di carne vi possa venire in mente e di formaggio, il tutto irrorato da salsa alla birra) e alla trippa.

Noi abbiamo provato questi locali:

  • Raiz: un locale gonfio di atmosfera, arredato con un gusto che mischia rustico e boho chic, dove i piatti sono saporiti e curati;
  • Concept 31: un locale classico dove mangiare cucina portoghese classica più qualche aggiunta internazionale. Prezzi buoni.
  • Bar Tolo: situato in realtà a Foz do Douro, questo locale ha un’atmosfera molto cartoon e offre ottimo cibo in un ambiente casual. Assaggiate la casseruola di gamberi con lime e pomodoro, da paradiso.
  • RIB Beef and Wine: lo ammettiamo, ci siamo fatti attirare dal profumino di carne grigliata che arrivava dall’interno. Il locale è elegante, la carne cucinata con sapienza. Fascia di prezzo alta (troppo).

Bere

Cliccate qui per il nostro articolo su Porto da bere (non solo porto, eh!)

Visitare e muoversi

Per muoversi, il mezzo che vi consigliamo di usare sono le gambe! In alternativa, quando siete stanchi, i mezzi pubblici sono una valida alternativa. Sconsigliatissima, invece, l’auto: noi abbiamo noleggiato una macchina perché avevamo in programma di spostarci fuori Porto per alcune gite. A Porto c’è tantissimo traffico, soprattutto di pomeriggio; i parcheggi pubblici sono pochi e, a meno di darsi al parcheggio selvaggio lungo le stradine, i parcheggi sono cari e spesso pieni.

L’ufficio del Turismo di Porto offre la Porto Card, che noi abbiamo avuto modo di provare grazie al loro gentile omaggio. Ne esistono due versioni: una “base” ed un’altra che comprende la tessera giornaliera per i mezzi pubblici. La durata della card varia da 24 a 96 ore. Il costo è contenuto e dà diritto a sconti nelle maggiori attrazioni turistiche, in molte cantine di porto e anche in alcuni ristoranti e locali.


Ti è piaciuto l’articolo? Pinnalo!

32 Responses

  1. Chissa’ se e’ giunto finalmente il momento di visitare Porto! La punto da un po’ ma resta sempre fr l’elenco di quelle mete minori in cui essenzilamente manca il tempo per andare! Questo articolo in ogni caso e’ un ottimo spunto per farsi un’idea della citta’! Me lo segno!

  2. Noi invece abbiamo fatto la coda per entrare in libreria (io e i bimbi) ed abbiamo preso un bel libro in inglese come ricordo. Bellina Foz de Douro

  3. Certo che Porto è davvero bella! La prima cosa visiterei è la libreria. Non so se è solo per la sua bellezza o anche per il modo in cui l’hai descritta ma mi ha incuriosito sin da subito!

  4. Abbiamo girato il Portogallo in lungo e in largo, in più riprese e sempre rigorosamente on the road. E a Porto non siamo MAI MAI MAI riusciti a fermarci. Ora per il cattivi tempo, ora perchè Una volta per il meteo avverso, un altra perché abbiamo preferito riposare una notte in più. Nel prossimo viaggio sarà la prima tappa!!!

  5. Siete partiti da Milano? Perché da Torino ovviamente non c’è nulla a meno di fare scalo e di impiegarci una giornata ad arrivare (a proposito, dovremmo fare una petizione per potenziare l’aeroporto di Cuneo…)
    Porto mi ispira davvero tantissimo, anche perché deve essere uno di quei posti dove si mangia benissimo – questa è sempre la mia priorità 😉

    1. No, in verità siamo partiti da Torino facendo scalo da Madrid. Gli orari sono in effetti poco confacenti, ma alla fine avevamo ben 5 giorni grazie al ponte del 1 maggio e così abbiamo preferito la comodità di partire da Torino. Il cibo a Porto secondo noi ti piacerebbe molto 😉

  6. Credo che io mi perderei senz’altro nelle viette alla ricerca degli azuleios. Non vedo l’ora di poter vedere dal vivo questa città che mi affascina, non sai quanto. Mi annoto tutti i tuoi consigli, anche su dove mangiare perchè poi si perde tanto tempo a cercare sulle guide e preferisco fidarmi di chi c’è stato.

  7. Per ora Porto è in “lista di attesa” ma prima o poi verrà il suo momento 😉
    E allora seguirò sicuramente il consiglio di perdermi fra vie e palazzi!

  8. Che bella Porto sono anni che ci voglio andare è ancora non ci sono riuscita. Mi vergogno ad ammettere che neanche a Lisbona per il momento.. c’è chi dice che Porto sia ancora più bella di Lisbona. Tu L hai visitata? Che ne pensi?
    Ad ogni modo grazie per i consigli, ho visto anche il video.. metto tutto in saccoccia e ne farò tesoro 🙂

    1. A Lisbona sono stata molti anni fa, quando ero un adolescente, e non ne ho un ricordo abbastanza preciso da poterti rispondere. In ogni caso, Porto senza dubbio ha fascino da vendere e non sarà facile un confronto!

  9. Sono stata a Porto due mesi fa e tra le cose che mi hanno colpita di più, sicuramente (azulejos a parte) i giardini del Palazzo di Cristallo! Penso che Porto vada vissuta gironzolando anche senza meta, perdendosi fra le piccole stradine e il saliscendi della città… Io invece non ho provato l’esperienza delle cantine per cui sono curiosa di leggere il prossimo articolo!

  10. Questo itinerario mi è piaciuto tantissimo! Io amo le chiese e non sapevo che a Porto ci fossero edifici così belli ricchi di arte. Prendo appunti per il mio prossimo viaggio! Grazie per le dritte!

  11. Sono sempre alla ricerca di itinerari creati ad hoc per un weekend in una città europea. Porto mi incuriosisce, sembra davvero una bella meta.

  12. Ogni volta che leggiamo un post sul Portogallo è un colpo al cuore: sai che è da anni che tentiamo di organizzare un on-the-road fatto come si deve e non ci siamo ancora riusciti? Porto con i suoi colori è una tappa imperdibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top
Translate »