escursione cascate Stroppia

Cascate di Stroppia, le più alte d’Italia

A noi le nostre montagne piacciono proprio. Siamo nati e cresciuti qui, in Piemonte, una ai piedi delle Alpi, l’altro un po’ più su, e il richiamo di quelle vette è innegabile. Così abbiamo deciso di trascorrere una domenica sui sentieri della Valle Maira per raggiungere le cascate di Stroppia. Sono le più alta d’Italia, lo sapevate?

La montagna che piace a noi

Ve lo avevamo già detto parlandovi del Vallone del Preit in inverno: a noi piace la montagna così com’è, ancora un po’ selvatica, dove fare una camminata non si trasformi in una coda stile ufficio postale. La Valle Maira è perfetta: è un po’ scomoda da raggiungere, perché per arrivare ai punti di partenza dei trekking bisogna fare un bel po’ di macchina da Cuneo, cosa che per lo più fa desistere chi è solo alla ricerca di un’area picnic nei boschi. Se arrivi fin lassù è perché la montagna ti piace, quanto meno, e in genere la rispetti. Per lo più è così, anche se non completamente: lungo i sentieri abbiamo comunque trovato mozziconi e plastica abbandonata da altri escursionisti. Se anche voi amate la montagna – e la natura – come noi, quando partite per una camminata munitevi di un sacchetto per raccogliere i rifiuti abbandonati da altri. Sulle prime sarà irritante pensare all’inciviltà della gente, ma alla fine sarete soddisfatti della vostra piccola buona azione quotidiana.

panorama valle Maira

Le cascate di Stroppia

Come accennato nell’incipit, le cascate di Stroppia sono le più alte d’Italia, con il moro salto di ben 500 metri! In genere queste cascate in estate si prosciugano perché il livello delle acque del lago Neira, che le alimenta, scende. Il momento migliore per vedere le cascate in tutto il loro splendore è quindi la tarda primavera; quest’anno, però, è stato particolarmente piovoso e nevoso e a inizio luglio le cascate erano ancora meravigliose!

Stroppia cascate

La nostra escursione

Partiamo che è già un po’ tardi, fino all’ultimo siamo stati incerti per via delle previsioni meteo poco incoraggianti. Ma alla fine abbiamo deciso di rischiare, perché probabilmente questa è l’ultima occasione di quest’anno di vedere le cascate di Stroppia gonfie d’acqua. Arriviamo nei pressi del rifugio Campo Base di Chiappera, punto di partenza del sentiero, che sono quasi le dieci di mattina. Ci incamminiamo nella valle: il sentiero all’inizio è ampio e pianeggiante, i prati attorno sorridono di fiori e farfalle. Ben presto, prendiamo la deviazione a sinistra seguendo le indicazioni per il sentiero Dino Icardi (segnavia blu e giallo) e inizia la salita verso la cascata. Continuando a camminare ci si ritrova quasi sotto la cascata: il colpo d’occhio è splendido e se siete fortunati, come lo siamo stati noi sulla via del ritorno, il sole e il vapore della cascata non potranno che regalarvi arcobaleni e suggestioni. Continuando a salire, abbiamo affrontato un crinale roccioso estremamente sdrucciolevole e impegnativo, per poi attraversare un ruscello e riprendere a salire su pietroni. Infine si raggiunge una sorta di balcone roccioso da cui si gode di un incredibile panorama sulla valle e, dietro, sulla cascata. Salendo ancora un po’ si arriva finalmente al Lago Niera (2302 m), dove nascono le cascate. Sulle sponde del lago ci fermiamo a mangiare il pranzo al sacco che abbiamo portato con noi. Le nuvole nel cielo scivolano via veloci, ricamano d’ombra la valle e sbuffano di bianco coprendo e scoprendo il sole.

Il sentiero: note tecniche

Il sentiero percorre in parte il sentiero Dino Icardi, fermandosi una votla giunti al Lago Niera. Percorrerlo richiede 3 ore – 3 ore e mezza circa e impegna per un dislivello di 652 m, raggiungendo quota 2302 m. Il sentiero è ben segnalato ma in alcuni tratti è esposto e attraversa un ponticello in parte crollato: non lo consigliamo quindi a chi ha dei bambini al seguito.

Per chi è più allenato, il sentiero prosegue ancora verso l’alto, raggiungendo quota 2815 m a Bivacco Barenghi e poi scendendo con un anello per tornare a Chiappera. L’intero percorso richiede circa 7 ore.

Il video delle Cascate di Stroppia


L’articolo ti è piaciuto? Pinnalo!

cascate stroppia valle maira

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: