castello di Chillon

Canton Vaud: Losanna, Montreux e il Castello di Chillon

Dopo la tappa a Ginevra, il nostro roadtrip in Svizzera prosegue lungo la riva del lago Lemano, nel Canton Vaud. Se Losanna è una cittadina senza grosse attrattive, nei dintorni si trovano un paio di destinazioni che, secondo noi, meritano una sosta.

Losanna

Come scritto due righe fa, Losanna non ha molto da offrire. E’ una cittadina gradevole per una passeggiata serale, magari con qualche proposta artistica/culturale interessante soprattutto per i giovani, ma in definitiva non ha molte attrazioni. Passeggiando in città, fermatevi a visitare la Cattedrale di Notre-Dame de Lausanne, gotica, i cui interni spogli sembrano un po’ in contrasto con l’affollamento di sculture dei portoni esterni. Poi scendete verso il centro città attraverso l’Escaliers du Marché; a fianco di questa scalinata ricoperta in legno, dove oggi si trova qualche negozio, si svolgeva il mercato cittadino. A questo punto, siete arrivati a Place de la Palud, la più antica della città; la riconoscerete per via della brutta (parere personale) statua della giustizia che sta nel mezzo della fontana della piazza. In questa piazza vi è anche l’edificio del municipio con la torre dell’orologio e un simpatico carillon di personaggi che sfilano al rintoccare delle ore. Passeggiando per la città e guardandosi attorno, si incontrano palazzi in stile rinascimentale (come il Palais de Rumine, oggi sede di un museo d’arte dove sono esposte anche opere impressioniste), il primo grattacielo della Svizzera, il Bel Air, e il quartiere di Flon, uno dei più vivi e all’avanguardia della città. Spostandosi lungo il lago, gli edifici si incontrano edifici ancora più sontuosi, come il Palais de Beau-Rivage e il Château d’Ouchy, che oggi ospita un hotel di lusso. Infine, Losanna ospita il Museo dei Giochi Olimpici: noi non ci siamo andati perché abbiamo preferito allontanarci dalla città per vedere le tappe che vi racconteremo tra poco, ma abbiamo letto online buoni pareri sul museo, quindi prendete in considerazione di visitarlo.

Dormire, mangiare e bere a Losanna

Noi abbiamo alloggiato al Moxy Hotel, un piccolo e moderno hotel nel quartiere Flon. Le camere sono accoglienti e pulite, i prezzi interessanti e la posizione decisamente comoda per esplorare la città a piedi; al check-in ci hanno consegnato una card per usufruire dei mezzi pubblici e di alcuni sconti sulle attrazioni della città. Noi abbiamo cenato al Loxton, un ristorante con tavoli all’aperto sul balcone, con una buona proposta gastronomica ma prezzi un po’ alti per le tasche italiane; per risparmiare, potete scegliere uno dei locali di Flon dove si può mangiare a prezzo più contenuto anche se cibo mediocre. Agli abitanti di Losanna, soprattutto in estate, piace sfruttare ogni angolo della città; e così, sotto le arcate dei ponti o su per le scalinate che portano alla cattedrale, si trovano locali di grande richiamo: uno di questi è il Les Arches, che si trova proprio sotto le arcate del Grand Pont.

mangiare a Losanna

Il Castello di Chillon

Questo castello è un vero gioiellino sulle sponde del Lago Lemano: dall’esterno si presenta cone una fortezza raccolta e abbarbicata sulle rive del lago, ma all’interno il percorso di visita conduce attraverso stanze, torri, sotterranei. Nonostante il suo aspetto romantico, il castello nacque come fortezza in virtù della sua posizione favorevole, completamente circondato dall’acqua e collegato alla terraferma da un ponte levatoio. Pare che l’isolotto roccioso che ospita il castello fosse “abitato” già nell’età del bronzo. Parecchi secoli più tardi, i Savoia entrarono in possesso del castello e iniziarono a riscuotere un pedaggio da viandanti e mercanti che percorrevano la via Francigena. Col tempo la fortezza divenne una residenza e i sotterranei furono adibiti a cantine. Nel XVI secolo gli Svizzeri Bernesi conquistarono questi territori, i Savoia se ne andarono e l castello venne poco per volta abbandonato finché tornò ad essere prigione alla fine del 1700. Dal XIX secolo la sorte del castello cambiò grazie al fascino esercitato su artisti e scrittori come Lord Byron, Victor Hugo e perfino Salvador Dalì, tanto che furono avviati lavori di restauro. Oggi il castello di Chillon è uno dei più noti e visitati della Svizzera – e a ragione secondo noi.

castello di Chillon

Pippone storico concluso, a noi è piaciuta moltissimo l’atmosfera sognante del castello adagiato sulle sponde del lago, che non ha niente da invidiare ai castelli della Loira. Le cantine/prigioni sono state una vera sorpresa: ci hanno colpito per la loro unicità, in parte scavate nella roccia e in parte sormontate da soffitti a volta degni di una cattedrale. Il percorso di visita prosegue attraverso quattro cortili interni e conduce attraverso stanze da letto con arredi originali, sale da ricevimento affrescate, una cappella e infine lungo i camminamenti della ronda.

Montreux

Dal castello di Chillon, una passeggiata di circa 3 km lungo il lago conduce alla città di Montreux, famosa per il jazz festival che vi si tiene all’inizio di luglio. La cittadina è graziosa: rilassatevi passeggiando lungo il lago dove, se volete, potete anche fare il bagno, o fermandovi a bere un calice di vino in uno dei dehors ventilati affacciati sull’acqua. Non dimenticate di scattarvi una foto con la statua del buon Freddie Mercury che qui visse e registrò il disco “Made in Haeven”. “If you want peace of mind, come to Montreux” diceva il buon Freddie e così ci siamo fermati qui per goderci il sole e il lago. Abbiamo pranzato al Safran, un gradevole ristorante sul lago, dove abbiamo mangiato e bevuto bene, a prezzi svizzeri però.

Montreux Svizzera

I vigneti di Lavaux

I dintorni di Losanna sono splendidi dal punto di vista paesaggistico: le pendici della collina sono ricoperte di vigneti digradanti fino alle sponde del lago. Ci sono molti punti panoramici da cui poter ammirare il panorama, ad esempio sul Monte Pèlerin dove c’è addirittura un ascensore su una torre radio. Da lassù il panorama è bello ma un po’ dispersivo, mentre scendendo lungo i tornanti verso il lago troverete svariati punti da cui ammirare i vigneti. Il vino che si produce in zona è gradevole ma non eccezionale. Per esplorare la regione e degustare i vini è possibile percorrere dei sentieri didattici di varie lunghezze oppure salire su uno dei trenini panoramici che attraversano i vigneti.

vigneti Lavaux

Guarda il nostro video su YouTube


L’articolo ti è piaciuto? Pinnalo!

cosa vedere nel Canton Vaud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: